STORIA

Under23: I valori del Ciclismo di Domani

S iamo arrivati trafelati, abbiamo messo assieme una piccola corsa a tappe di due giorni e tre prove solo grazie al supporto ritrovato di Regione Toscana, al nostro ardimento ed alla passione lungimirante di alcuni Comuni, a partire da quelli grossetani di Cinigiano, Civitella Marittima e Seggiano, nonché dal notevole contributo di aziende importanti e dell’Outlet Valdichiana. Il risultato, anche in questo caso, ci ha premiato, con vittorie di grandi nomi internazionali e la certezza che la nostra idea di ciclismo ha un appeal mondiale.

R ipagheremo la fiducia concessa ad Eroica già da quest’anno perchè siamo in grado di riproporre una manifestazione più importante, attorno a Buonconvento e Nova Eroica, per mostrare al popolo eroico che il ciclismo del domani non può fare a meno dei suoi valori.

EDIZIONE 2017


T oscana, terra di ciclismo – Eroica; il portoghese Almeida (Unieuro) vince la tappa. All’australiano Jai Hindley il successo finale.

Finale in volata per tra i migliori dodici nella seconda tappa del “Toscana, Terra di Ciclismo – Eroica”, da Foiano della Chiana (Valdichiana Outlet Village) a Buonconvento di km 147, di cui circa un terzo sulla strada bianca. A vincere è stato il portoghese Goncalves Almeida (Unieuro Trevigiani) che al fotofinish ha battuto Aleksandr Riabushenko (Team Palazzago) mentre al terzo posto si è piazzato Alessandro Fedeli (Colpack). Il leader della corsa, l’australiano Jai Hindley è giunto decimo, con lo stesso tempo del vincitore, confermando il primo posto nella classifica generale e iscrivendo così il suo nome nell’albo d’oro della corsa. La gara si è accesa a circa 30 chilometri dalla conclusione, prima di entrane nell’ultimo dei tanti tratti di strada bianca inserita nel percorso. In testa si è creato un gruppetto di 26 corridori, tra cui tutti i migliori. Vano il tentativo di fuga di Lorenzo Fortunato (Team Hoppla’) e Yuri Colonna (Altopack) che poi ha forato. Di fatto l’azione dei due si è conclusa lì. Durante l’ultimo passaggio di strada bianca la selezione definitiva dei migliori dodici di giornata.

LA PRIMA GIORNATA DI GARA


A ustralia e Bielorussia ma anche un po’ di Italia nella prima giornata di “Toscana Terra di Ciclismo – Eroica”. La prima delle due semitappe in programma, la cronometro a squadre di 14 chilometri a Cinigiano, ha visto il successo dell’Australia che ha preceduto: Unieuro Trevigiani Henus, Team Colpack,, Hopplà Petroli Firenze e Team Palazzago Amaru Nella seconda semitappa, gara in linea da Cinigiano a Civitella Marittima di 124 chilometri, ha vinto il campione europeo, il bielorusso Alexandr Riabushenko (Palazzago Amaru) che sul traguardo ha preceduto l’australiano Jai Hindley. In gara l’altro protagonista è stato l’azzurro Seid Lizde, autore di una fuga solitaria di quasi 50 chilometri con un vantaggio massimo di 2’30”. Il vincitore del GP della Liberazione e Mercatale è scattato dopo 50 chilometri dal via di Cinigiano ma è stato raggiunto dal gruppo sulla salita del Peruzzo, a Sassofortino, quando all’arrivo mancavano non più di 25 chilometri. A quel punto sono usciti dal gruppo il colombiano Rubio Reyes (Vejus) e l’australiano Jay Hindley. La coppia di testa è poi diventata un terzetto con l’avvento di Alexandr Riabushenko (Palazzago) che ha assicurato maggiore consistenza all’attacco. Ad una quindicina di chilometri dall’arrivo il colombiano Rubio è stato fermato da un incidente meccanico. Lungo la salita verso l’arrivo di Civitella Marittima il campione europeo Riabushenko ha fatto prevalere le sue doti ed ha vinto nettamente la semitappa. Felice anche l’australiano Hindley che ha indossato la maglia di leader. Al terzo posto si è classificato Francesco Romano (Team Palazzago Amaru) giunto al traguardo con 20”. Al quarto Alessandro Fedeli del Team Colpack.


Lo scopo era straordinariamente ambizioso: mostrare che fare ciclismo in modo naturale, mangiando da atleti di robusto appetito e vivendo una straordinaria esperienza di sport, semplicemente si poteva fare.